CHIARI AL TERZO POSTO PER BENI CONFISCATI ALLE MAFIE

In molti Comuni d’Italia, non è stato ancora adottato un Regolamento per i beni confiscati alle mafie, nonostante la normativa lo preveda. Avere un Regolamento che indichi in modo chiaro e trasparente le procedure di affidamento di questi beni, che possono essere appartamenti, immobili, terreni, ecc ecc contribuisce ad accelerare il loro affidamento agli enti territoriali per finalità sociali (comprese imprese giovanili, start-up innovative, laboratori, realtà che creino opportunità lavorative eccetera), è una cosa molto importante per favorire appunto gestioni trasparenti e accelerare gli affidamenti, e quindi restituire quanto più possibile ai cittadini.

Sul sito OPENR.E.G.I.O sono riportati i dati ufficiali ed aggiornati dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (abbreviata in ANBSC) http://www.benisequestraticonfiscati.it , come previsto dal comma 5 dell’art. 38 del Codice Antimafia

Vi riporto dei video dove i ragazzi del M5S di Brescia spiegano come funziona la legge ed i traguardi che sono riusciti a raggiungere.

Ecco il link dove potete visionare la nostra proposta da presentare alla nostra amministrazione comunale.
 
La mafia non è più un problema lontano è arrivata nel nostro territorio ora mai da molto tempo, riprendiamoci quello che ci spetta una cittadinanza unita può fare molto.
vieni a firmare e condividi…… 

Pagine del giornale di Brescia che parlano del argomento
 
 
Condividi sui social Network