ATTENZIONE: CO.PRO.SERVICE A CACCIA DEL TESORO NASCOSTO

Ci hanno segnalato alcune criticità nei metodi utilizzati dalla Co.Pro.Service, azienda privata alla quale, con Determina dirigenziale N.500 del 4 novembre scorso, è stata affidata l’attività di recupero dei crediti tributari ed extratributari per il Comune di Chiari.
Nello specifico caso vediamo come la società intimi all’utente il pagamento di due contravvenzioni al codice della strada entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione, la quale contrariamente a quanto solitamente accade, non è una raccomandata con ricevuta di ritorno, in grado di certificarne il ricevimento, ma una semplice lettera che potremmo non aver ricevuto.
Un maldestro tentativo di riscuotere dei crediti prescritti da anni, quindi NON DOVUTI, con un ricarico per la società di circa il 60%.
Infatti l’art 28 della Legge 689/1981 in attuazione dell’art. 29 del Codice Della Strada, prevede la prescrizione delle multe nel caso in cui siano trascorsi più di cinque anni dall’ultima notifica.

Nel caso in cui anche a Voi sia arrivata questa comunicazione, prima di metter mano al portafoglio, che sia per una vecchia multa o per vecchie imposte locali già pagate, attendete che Vi arrivi una raccomandata e, anche in quel caso, verificatene l’eventuale intervenuta prescrizione.

Nei seguenti link troverete un semplice schema che chiarisce i termini di prescrizione a seconda dei casi:

http://www.dirittierisposte.it/Guide/Tutela-del-consumatore/Diritti/conservazione_delle_bollette_e_dei_documenti_id1119491_art.aspx

https://www.altroconsumo.it/soldi/imposte-e-tasse/consigli/documenti-quali-conservare-e-per-quanto-tempo

Invitiamo tutta la cittadinanza a segnalarci casi simili.

Condividi sui social Network